Spam: soddisfala con il tuo gigante
Che tu ci creda o no, lo spam può essere divertente
14 maggio 2009
Errore 404: costruzione non trovata
Errore 404: edificio non trovato
18 maggio 2009
Mostra tutto

3 applicazioni imperdibili per creare grafici online

Grafico online

Grafico onlineVolete realizzare un grafico senza ricorrere a Excel o ad altri software da scaricare? Potete farlo online utilizzando diverse applicazioni Web; vediamo insieme le tre più complete.

Sul sito del Centro Nazionale per le Statistiche dell’Educazione americano, per esempio, è possibile realizzare i grafici di tipo più comune. Nonostante l’apparente semplicità, probabilmente dovuta al livello degli utilizzatori abituali del sito, le potenzialità sono ottime. Non è richiesta la registrazione.

La scelta si articola tra cinque tipi differenti di grafico:

  • grafico lineare
  • grafico a barre
  • grafico a torta
  • grafico ad area
  • grafico a radar (o a stella)

L’inserimento dei dati è intuitivo ed è possibile personalizzare l’aspetto a proprio piacere. I risultati possono essere realizzati nelle estensioni pdf, svg, png, jpg, emf, eps.

È da vedere anche ChartGizmo: anch’esso è molto semplice e consente di importare i dati direttamente da file Excel. Vengono forniti il codice Flash e JavaScript per l’inclusione nelle pagine web. La registrazione però è richiesta!

Se invece vi serve qualcosa di più potente dovete assolutamente provare le stupende API di Google Chart, con le quali potete generare dei grafici dinamicamente utilizzando solamente il link URL: è infatti sufficiente chiamare l’indirizzo http://chart.apis.google.com/chart passando come parametri i dati necessari alla creazione del grafico.

Come si può notare, il grafico viene generato tramite una semplice chiamata da browser oppure applicando, per esempio, l’URL come origine di un tag immagine all’interno di una vostra pagina web.

Ecco un esempio:

Grafico lineare con punti evidenziati e griglia

Questo grafico è stato ottenuto con il seguente codice:

http://chart.apis.google.com/chart
?cht=lc
&chs=200x180
&chco=4D89F9,C6D9FD
&chd=t:4,6,6,8,7,7|1,3,4,7,4,5
&chm=fMax,FF0000,0,3,10|c,FF9900,1,-1,10|a,ff00ff,0,4,6
&chg=20,50,0.5,2
&chxt=x,y
&chxl=0:|a|b|c|d|e|f|1:|0||5||10
&chds=0,10
&chtt=Grafico di Esempio

Ecco una spiegazione dei parametri:

  • cht indica il tipo di grafico, è obbligatorio
  • chs indica le dimensioni, in pixel (obbligatorio)
  • chd indica i valori delle serie di dati, le quali sono separate dal carattere pipe “|”
  • chco indica il colore delle serie di dati
  • chm serve ad inserire dei marcatori speciali, separati anch’essi da “|”. Per esempio, il primo marcatore si compone di cinque parametri fMax,FF0000,0,3,10 come segue
    • fMax indica il tipo di marcatore (bandierina MAX)
    • FF0000 il colore (rosso)
    • 0 rappresenta la serie alla quale applicare il marcatore (indice in base a zero, ovvero la prima serie è la serie zero)
    • 3 specifica il punto della serie alla quale applicare il marcatore (-1 applica il marcatore a tutti i punti della serie)
    • 10 è la dimensione del marcatore
  • chg serve a specificare la caratteristiche della griglia, i suoi parametri 20,50,0.5,2 indicano:
    • i primi due parametri 20 e 50 indicano in percentuale ogni quanto ripetere
    • 0.5 la dimensione dei puntini della griglia
    • 2 la frequenza di ripetizione dei punti della griglia
  • chxl indica cosa stampare come etichette del grafico: nell’esempio “0:|a|b|c|d|e|f|” e “1:|0||5||10” sono i messaggi da riportare nel grafico; chxt indica dove stamparli, sotto al grafico (x), a sinistra (y), in alto (t) o a destra (r). É possibile stampare più messaggi per uno stesso asse. Nel nostro esempio viene riportato il primo set al di sotto del grafico, il secondo a sinistra
  • chds imposta i valori della scala delle ordinate (y)
  • chtt infine è il titolo del grafico

Sono supportati i tipi seguenti di grafico:

  • grafico lineare
  • grafico a barre
  • grafico a torta
  • diagramma di Eulero-Venn
  • grafico a punti
  • grafico radar
  • Mappe
  • Google-o-meters
  • codice a barre bidimensionali QR

Senza dubbio utilizzare le API di Google Chart non è semplice, ma dispongono di alcune caratteristiche ineguagliabili che le rendono molto interessanti. Innanzitutto sono gratis; in secondo luogo è possibile creare delle applicazioni basate su di esse. Ma soprattutto, sono il massimo per la condivisione: è possibile inviare ad amici e colleghi un grafico semplicemente incollando un URL.

Ma soprattutto, lo fa questo Excel?

Grafico europa

Ecco la documentazione delle API. Buon divertimento!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *