Browser a confronto

Dopo alcuni anni bui, in cui praticamente solo Internet Explorer nella sua famigerata versione 6 si affacciava sul mercato dei browser, ultimamente stiamo assistendo ad un ampliamento dell’offerta tale da rendere difficile la scelta.

Diventa necessario avere qualche riferimento che ci permetta di giudicare quale sia quello più adatto alle nostre esigenze. Un parametro fondamentale è senza dubbio la sicurezza: purtroppo però, anche i più blasonati, quelli che urlano più forte che la sicurezza è dalla loro parte, hanno recentemente dato prova di non essere così affidabili.

Questo vale sia per Safari nella sua versione per Mac OS, bucato in pochi secondi alla recente edizione del CanSecWest, sia per Internet Explorer nella recente versione 8 su Windows 7, crollato poco dopo. Prima che vi affidiate alla scelta per scala cromatica dell’icona di lancio, ecco un utile test che misura la rapidità di esecuzione del codice JavaScript, eseguito nelle più famose librerie disponibili: MooTools, jQuery, Prototype e Dojo.

Questa verifica ha una duplice utilità: non solo valuta la velocità con la quale il browser elabora il codice, ma dimostra quale framework JavaScript sia quello più rapido e meglio supportato. Quindi non viene misurato solo il browser ma anche la qualità della libreria, cosa che ad uno sviluppatore può interessare non poco.

Il banco di prova è costituito dallo SlickSpeed Test, creato per verificare  velocità e validità dei selettori CSS nelle varie librerie Javascript. L’affidabilità è garantita dal fatto che il codice del test è completamente open-source e che MooTools, per il quale originariamente fu sviluppata originariamente la prova, non fa una gran figura!

I framework JavaScript provati sono i seguenti:

  • MooTools 1.2.2
  • Prototype 1.6.0.6
  • Dojo 1.3.0
  • jQuery 1.3.2

I browser testati invece sono:

  • Firefox 3.0.10
  • Safari 4 (beta 528.16)
  • Opera 9.64
  • Chrome 1.0.154
  • Internet Explorer 8
  • Internet Explorer 7

Bando alle ciance, ecco  i risultati! (Cliccate sulle immagini per vederle in alta risoluzione)

Framework JavaScript a confronto – Verdetto
formato grafico testo [millisecondi]
Dojo Javascript Toolkit
  • FF: 64
  • Saf: 3
  • Ope: 14
  • Chr: 7
  • IE7: 45
  • IE8: 102
JQuery, la libreria Javascript del momento
  • FF: 79
  • Saf: 4
  • Ope: 78
  • Chr: 8
  • IE7: 49
  • IE8: 104
Mootools performance test
  • FF: 87
  • Saf: 35
  • Ope: 60
  • Chr: 46
  • IE7: 198
  • IE8: 306
Prototype risultato performance
  • FF: 172
  • Saf: 11
  • Ope: 74
  • Chr: 17
  • IE7: 451
  • IE8: 577

La prima considerazione riguarda i browser. Sorprende la rapidità di esecuzione di Safari: nonostante alcuni errori (ricordo che è ancora in fase beta attualmente) ha sbaragliato completamente la concorrenza. Chrome non è per niente distante e Opera segue a ruota. Tristemente, Firefox in alcuni casi le prende anche da IE8 nonostante la versione plugin-free utilizzata per il test. E questo è piuttosto allarmante.

È invece rassicurante constatare il miglioramento ottenuto nelle prestazioni dalla versione 8 di Internet Explorer, che nella versione precedente vantava prestazioni luttuose. Internet Explorer 6 non è stato incluso nei risultati per pura pietà verso i morti.

Per quanto riguarda le librerie, sicuramente jQuery e Dojo sono da preferire se tutto quello che cercate è la velocità. Prototype difende con vigore la sua fama di framework pachiderma.

Vorrei ricordare che questo test non è indirizzato a provare quale browser o quale libreria siano migliori: la bontà di un framework JavaScript non è solo nella velocità dei suoi selettori, e la qualità di un browser non sta solo nel tempo di esecuzione del codice lato client.

Tanto per farvi un’idea, Safari ha impiegato un’eternità ad aprire la pagina del test mentre Chrome in un secondo secco era già lì. E se facciamo passare per un istante in secondo piano il fattore velocità, quanti pensano di poter fare a meno delle proprie estensioni preferite di Firefox?

Giunti a questo punto, non vi resta che scaricare lo SlickSpeed Test e fare le vostre prove sul vostro computer (se usate Windows, consigliamo XAMPP). Per personalizzare il test, inserite le librerie che desiderate nella cartella frameworks/ e modificate opportunamente il file config/frameworks.js per selezionare quelle da testare. È possibile definire i selettori con cui verificare specificandoli nel file config/selectors.js.

Se non riuscite a scendere a patti con la vostra pigrizia, eccovi una versione online completamente configurabile sia come tipi di test e come versioni di librerie. Inviateci i vostri risultati!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *