Codeorgan
Con Codeorgan Ascolti il Contenuto del Tuo Sito Web
11 agosto 2010
Auguri di Natale
Buon Natale da Doki Itech
25 dicembre 2010
Mostra tutto

3 Soluzioni Efficaci da Adottare Quando il Boss Chiede l’Amicizia su Facebook

Boss su Facebook

Il vostro capo vi chiede l’amicizia su Facebook: che fare? Accettare, lasciarla in sospeso a tempo indeterminato o rifiutare? La questione è stata dibattuta in lungo e in largo, arrivando alla conclusione che la cosa migliore sarebbe rifiutarla, in modo da mantenere la propria privacy intatta, oppure accettarla ripulendo completamente il proprio profilo.

Non si tratta solo di privacy, ma anche di immagine: nessuno vuole apparire in cattiva luce agli occhi del capo! Basti pensare a tutti i giochi sciocchi pubblicati sulla bacheca o alle foto imbarazzanti in cui siamo stati taggati; il disegno che viene fuori non è certo paragonabile ad una sobria figura professionale. La scelta sembra essere dura, ma le soluzioni principali per uscire vincenti da una situazione del genere sono 3: vediamole insieme nel dettaglio.

Partiamo dal presupposto che non è realistico pensare di eliminare tutti i contenuti del proprio profilo per essere “puliti” quando si accetta l’amicizia del boss: non solo si tratta di un lavoro lungo e noioso, ma c’è anche la possibilità che nuove foto sopra le righe vengano caricate dagli amici e nuove citazioni stupide vengano scritte sulla bacheca dagli amici più buontemponi. Ecco quindi 3 azioni efficaci da valutare!

1. Rifiutare l’Amicizia Spiegandone le Ragioni

Questa è la soluzione per le persone più decise; si rifiuta l’amicizia su Facebook e si spiega al proprio capo il motivo, a voce o via messaggio. Questo passo è fondamentale per non avere sensi di colpa e mantenere la coscienza pulita.

Dire semplicemente: “Uso il mio profilo di Facebook per mantenere i contatti con amici e parenti, per questo preferirei tenere la sfera privata lontana dalla sfera professionale” farà capire al boss che non si ha niente da nascondere ma che si preferisce mantenere la propria privacy intatta. Attenzione ai capi permalosi!

2. Impostare le Impostazioni della Privacy in Maniera Intelligente

Grazie alle nuove impostazioni della privacy, è possibile nascondere al proprio boss alcune parti del proprio profilo: le foto in cui si viene taggati, per esempio, ma anche i post in bacheca degli amici o addirittura i propri aggiornamenti di stato e i link pubblicati.

Si tratta del metodo migliore per non offendere il capo rifiutando la sua amicizia e mantenere comunque la propria privacy integra. Ad ogni modo, prima di postare qualunque commento negativo sul proprio lavoro e sui colleghi è sempre bene pensarci due volte!

3. Creare un Profilo Professionale e un Profilo Personale

Per i più precisi e ordinati, ecco una soluzione alternativa dall’efficacia dimostrata. Tutto sta nel creare due profili separati: il primo sarà un profilo di lavoro, con nome e cognome e informazioni lavorative, e verrà usato solo per i contatti lavorativi.

Il secondo profilo sarà invece dedicato agli amici e al divertimento: l’ideale sarebbe scegliere il proprio soprannome come nome visualizzato in modo da creare una chiara distinzione e non fare confusione con i due profili.

Quale opzione scegliereste se il vostro capo vi chiedesse l’amicizia Facebook?

1 Comment

  1. sandro scrive:

    Hahahaha ottime idee XD

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *